Il tuo Social News

Come aumentare le prestazioni di wordpress e migliorare il seo

Hai un blog ma non ti sei mai preoccupato di velocizzarne la visualizzazione? Male, molto male!


Il tempo medio che un utente trascorre sul web in attesa che i contenuti si carichino e' di circa 5 secondi. Se il tuo wordpress non e' in grado di mostrare tutto il suo potenziale entro questo lasso di tempo, avrai perso l'interesse del tuo utente e questo sara' subito pronto a rimbalzare su di una nuova fonte. Se non si ottimizzano le prestazioni di un sito, poco conta che esso abbia dei contenuti super curati, interessanti ed un aspetto accattivante, l'utente semplicemente sara' passato oltre prima ancora di poterli visualizzare. E che fine avra' fatto tutto l'impegno profuso sul tuo sito? Tutto inutile! Risultati ed accessi scarsissimi.


Appresa l'importanza di questo aspetto, e' evidente che l'ideale sia affidare le prestazioni del proprio spazio online ad una team di professionisti, come ad esempio una delle piu' note web agency di Milano, Koronit. Tuttavia qualche accorgimento fai da te puo' gia' migliorare le prestazioni di wordpress ed in generale di ogni possibile sito web, con qualsiasi piattaforma esso venga creato.


Il primo passo e' alleggerire, sfoltire, ottimizzare, rimuovere il superfluo. Puo' sembrare banale, ma la semplificazione e' essenziale per rendere la pagina piu' leggera e scorrevole, inoltre, occorre fare un uso intelligente delle chache. Ma per capire dove intervenire si devono fare dei test. Usa il tool pingdom.com per valutare lo stato attuale del tuo sito, cosi', anche se un domani vorrai rivolgerti ad una web agency, potrai essere in grado di valutare in concreto i miglioramenti ottenuti.


Questo tool ti offre una dettagliata analisi delle prestazioni del sito. Performance grade e' il punteggio di valore della velocita' riconosciuto da Google, Load time il tempo in secondi necessario per caricare la home, Fater Than confronta il sito con altri siti web in termini di prestazioni ed infine Page Size offre il "peso" effettivo della pagina in termini di kb.


Partendo dall'analisi di questo tool occorre rimuovere o comprimere tutto cio' che pesa maggiormente sulle prestazioni del sito, ossia principalmente immagini, video e css. L'utilizzo di plugin (come ad esempio Imagify Image Optimizer) e' un ottimo modo per ridurre il peso delle immagini, con un buon compromesso rispetto alla qualita'. La rimozione dei css e dei video non essenziali in homepage e' il passo successivo.


Con il passare del tempo e varie modifiche, possono accumularsi sulla pagine file e link errati o inesistenti, il cui tentato caricamento ruba tempo e risorse al sito. Il tool pingdom segnala in rosso l'eventuale presenza di questi bug che andranno poi rimossi.


Con indici alfabetici di immediata comprensione, il tool pingdom mostra con la A i valori ottimali e con lettere man mano crescenti quelli su cui sono possibili miglioramenti. Errore comune e' inserire in homepage dei reindirizzamenti non essenziali, da rimuovere qualora possibile.


Come confermato da molte web agency di Milano e provincia, l'inserimento di un plugin per le chache consente di comprimerei file css e js, e di comprimere la sorgente html, con immediato vantaggio in termini di praticita' e velocita' di caricamento della pagina. W3 Total Cache e' un ottimo plugin, disponibile in versione freeware, che consente con pochi settaggi di ottenere tangibili miglioramenti in termini di prestazioni.


Infine, determinante e' la scelta dell'hosting. Tutte le ottimizzazioni possibili, per essere davvero funzionali necessitano di un hosting specifico per wordpress. Un esempio tra tutti e' siteground che propone tool e plugin specifici in abbinamento al servizio di hosting, il tutto offerto con una spesa di soli 3,95 euro al mese.


Consigliamo, dopo ogni intervento, di effettuare i test necessari per verificare le ottimizzazioni ottenute.



Commenti Chi ha votato Links Correlati

Partner

Seguici su