Il tuo Social News

Le principali patologie a carico del piede

Abitudini, sport, difetti genetici, patologie e quotidianita' possono mettere a dura prova le articolazioni di piedi e caviglie. Uno dei problemi certamente piu' noti e diffusi e' l'alluce valgo, patologia capace di influire negativamente su deambulazione e postura.


Questa patologia si manifesta come una deformazione del primo dito del piede che tende a virare verso l'interno. Questa angolazione patologica dell'alluce genera infiammazione e quindi dolore.
I fattori di rischio riconosciuti per tale patologia sono la familiarita' (e' stata osservata infatti una importante ereditarieta') ed il sesso femminile.


In effetti tale patologia e' molto piu' frequente nelle donne; l'uso di scarpe strette, alte e poco armoniche puo' frequentemente scatenare una sintomatologia dolorosa. La patologia puo' a lungo tempo risultare asintomatica. Tuttavia, nel momento in cui subentra il dolore, e' spesso difficile sopportarlo ed e' frequente la comparsa di ulteriori patologie concatenate (dito a martello, dita in griffe, metatarsalgie, neuroma di Morton,ecc.).


Caviglia, ginocchia, anche e colonna vertebrale vengono coinvolte in caso di aggravamento delle condizioni dell'alluce valgo ed e' per questo che una visita tempestiva dal medico puo' evitare l'aggravarsi della situazione. Come terapie per questa patologia vi sono intanto trattamenti conservativi che spesso riescono ad attenuare la sintomatologia dolorosa. In tal senso lo specialista e' il solo che potra' indicare plantari correttivi, calzature idonee ,ortesi o divaricatori in silicone che evitino lo sfregamento.


Qualora questi trattamento conservativi non dovessero risultare sufficienti , il chirurgo potra' ritenere indicata una opzione chirurgica a correggere la deformita'. L'uso prolungato nel tempo di scarpe strette e scomode (tacchi o da lavoro),in associazione a disturbi posturali, puo' provocare l'insorgenza di una ulteriore patologia del piede come il neuroma di Morton che si manifesta con dolori,formicolii e sensazioni di scosse alle dita esterne del piede.


In risposta a questa patologia, l'alcolizzazione si propone come un'alternativa alla chirurgia tradizionale, caratterizzata da tempistiche di recupero molto piu' brevi


L'alcolizzazione del neuroma di Morton consiste materialmente nell'iniezione direttamente nel nervo coinvolto di una soluzione alcolica associata ad un anestetico locale, allo scopo di risolvere la sintomatologia dolorosa. Questo tipo di trattamento, che garantisce generalmente un recupero in tempi brevi e buoni risultati evitando operazioni ben piu' invasive, non viene effettuato in moltissimi centri, e solo pochi professionisti sono in grado di effettuarlo.


Piedi e caviglie sono concretamente il fondamento del corpo umano e la loro cura e manutenzione non puo' e non deve essere lasciata al caso.



Commenti Chi ha votato Links Correlati

Partner

Seguici su